Ignora comandi barra multifunzione Torna a contenuto principale

È ancora New York la piazza più costosa al mondo per il retail

La crescita della domanda di spazi di prestigio per il retail ha portato nel primo trimestre 2011 a una crescita globale delle locazioni

Londra, 1 giugno 2011 – New York rimane la piazza più costosa al mondo per il retail, con i protagonisti del settore che puntano sulle principali capitali della moda spingendo sempre più in alto i prezzi delle locazioni nelle posizioni più prestigiose. Questo secondo l’ultimo Global Retail MarketView di CB Richard Ellis (CBRE).

Nel primo trimestre del 2011, la maggiore domanda per il numero limitato di spazi di vendita di prestigio ha portato all’aumento globale dei prezzi delle locazioni. In Asia, i prezzi hanno manifestato un trend di crescita stabile, sostenuto dalla continua espansione dei marchi internazionali del lusso e da quelli del “fast fashion”. L’incremento nelle Americhe sta rallentando, pur rimanendo di segno positivo, mentre Europa, Medio Oriente e Africa (EMEA) hanno fatto registrare nell’ultimo trimestre incrementi marginali. In generale, nei mercati secondari le locazioni fanno ancora registrare una spinta verso il basso.

La Fifth Avenue di New York si conferma la meta commerciale più costosa, dove i valori delle locazioni arrivano ai 1.900 dollari annui per piede quadrato, con un’ascesa di oltre il 10% nell’arco degli ultimi 12 mesi. La classifica di CBRE in base ai prezzi globali delle locazioni ha subìto solo lievi variazioni rispetto all’ultimo trimestre. Una notevole eccezione è rappresentata da Hong Kong, che è passata in seconda posizione ed è diventata il mercato in più rapida crescita nel primo trimestre del 2011, con un rialzo del 46% rispetto al trimestre precedente. Questo a causa di numerosi contratti di locazione di elevato profilo condotti a termine per le posizioni chiave di Pedder Street.

Sydney (1.301 dollari annui per piede quadrato) scende alla terza posizione a causa della crescita piatta nel corso dell’anno, mentre il West End di Londra (909 dollari annui per piede quadrato) mantiene la quarta posizione nonostante una crescita piatta nel corso dell’anno. Zurigo sale alla quinta posizione, dopo aver fatto registrare una crescita delle locazioni del 9% (829 dollari annui per piede quadrato).

Il totale complessivo delle locazioni registrate da CBRE è cresciuto dell’1,9% nel primo trimestre 2011 e del 3,8% su base annua. I livelli delle locazioni sono cresciuti del 6,9% su base annua nelle Americhe, dove si è registrato un incremento della spesa e della fiducia dei consumatori, oltre a un miglioramento dei livelli di occupazione. Su base annua, Asia Pacifico ha segnato una crescita delle locazioni pari all’11,1%, nonostante il susseguirsi di una serie di catastrofi naturali nel corso del primo trimestre, come il terremoto che ha colpito Christchurch, le inondazioni nel Queensland, il terremoto e lo tsunami che si sono abbattuti sul Giappone. Per quanto l’impatto economico sia fuor di dubbio, fino a questo momento esso è stato limitato ai mercati direttamente coinvolti.

Al contrario, su base annua le locazioni in EMEA sono cresciute di appena lo 0,5%, poiché le maggiori preoccupazioni per le economie di Portogallo, Irlanda, Italia, Grecia e Spagna, e un elevato tasso di disoccupazione hanno continuato a limitare la crescita della spesa dei consumatori.

Ray Torto, Economista Capo Globale di CB Richard Ellis, osserva:

“La ripresa dell’economia globale avviene a velocità diverse. La crescita economica continua ad essere sostenuta in America Latina e nell’Asia Pacifico, ma è molto più lenta in Europa e in nord America. Nelle economie avanzate, la sfida sarà quella di riuscire a mantenere i tassi di interesse a un livello tale da spingere una crescita economica sostenibile, mantenendo anche l’inflazione sotto controllo”.

“Questo rimane un periodo di prova per il retail, in modo particolare nei mercati sviluppati, dove un numero minore di nuovi spazi commerciali sta rendendo più difficile per i commercianti avere accesso alle posizioni privilegiate che chiedono. Non solo questo sta spingendo verso l’alto i prezzi delle locazioni nelle posizioni più richieste, ma sta anche costringendo i commercianti ad allargare i loro criteri di ricerca per accontentarsi di posizioni meno prestigiose”.

Commentando i trend nella regione EMEA, Peter Gold, Responsabile del retail transnazionale in EMEA di CB Richard Ellis, ha dichiarato:

“La ripresa economica in Europa continua, ma il tasso complessivo di crescita è ancora basso e durante tutto il primo trimestre 2011 le vendite del retail sono state piatte. Nel corso del trimestre la fiducia dei consumatori è lievemente calata, rimanendo appena al di sotto della media sul lungo periodo. Tuttavia vi sono differenze significative da paese a paese, che riflettono la situazione generale dell’economia in ciascun mercato”.

“In generale, il retail sta puntando a un’ampia gamma di mercati, e la domanda è particolarmente elevata in Germania e in Polonia. Nonostante le difficili condizioni del settore, la domanda per le posizioni più prestigiose nelle principali città europee è ancora sostenuta, e questo vale anche per quei mercati che stanno affrontando condizioni economiche particolarmente difficili, come Irlanda e Spagna. Probabilmente è il momento ideale per i commercianti per accaparrarsi gli spazi migliori in questi mercati, visto il basso livello dei costi delle locazioni”.

I primi 20 mercati globali delle locazioni per il retail

Posizione

Città

Locazioni T1 2011

US$/Piede quadrato pa.

Locazioni Q1 2011

€/Metro quadrato pa.

Posizione T4 2010

1

New York

1.900

14.438

1

2

Hong Kong

1.697

12.896

3

3

Sydney

1.301

9.888

2

4

Londra

909

 6.908

4

5

Zurigo

829

6.302

6

6

Tokyo

807

6.134

5

7

Parigi

783

6.300

7

8

Brisbane

753

5.720

8

9

Mosca

721

5.475

9

10

Melbourne

691

 5.250

10

11

Guangzhou

575

4.372

11

12

Los Angeles

520

 3.951

12

13

Milano

500

 3.800

14

14

Monaco

490

 3.720

16

15

Chicago

480

 3.647

13

16

Singapore

470

3.576

15

17

Roma

 461

3.500

17

18

Pechino

449

3.410

18

19

Francoforte

442

3.360

19

20

Shanghai

414

3.148

23

- FINE -

 

Informazioni su CB Richard Ellis

CB Richard Ellis Group, Inc. (NYSE:CBG), società Fortune 500 e S&P 500 con sede a Los Angeles, è la più grande società al mondo per la fornitura di servizi rivolti agli immobili commerciali (in base al fatturato 2010). La società impiega circa 31.000 dipendenti (escludendo le consociate) e fornisce servizi a proprietari di immobili, investitori nel settore immobiliare e residenti attraverso più di 300 sedi (escludendo le consociate) in tutto il mondo. CB Richard Ellis offre consulenze strategiche e si occupa della vendita e della locazione di proprietà immobiliari; servizi aziendali; gestione di proprietà, infrastrutture e progetti; finanziamento di mutui; stime e perizie; servizi di sviluppo; gestione di investimenti; ricerche e consulenze. Per informazioni, visitare il sito Web della società www.cbre.com.

CBRE Uffici nel mondo

World Map Select a country

Per maggiori informazioni

 

Aaron Richardson
+44 20 7182 3329

CBRE Offices Global

CBRE Offices Worldwide