Ignora comandi barra multifunzione Torna a contenuto principale

Global Retail MarketView del terzo trimestre 2012 di CBRE Group, Inc.: Hong Kong e New York si classificano al primo e secondo posto tra le destinazioni retail più costose al mondo

Domanda consumer di beni di lusso e carenza di affitti per proprietà "prime" nei mercati gateway

Los Angeles, 18 Dicembre 2012Hong Kong e New York si classificano al primo e secondo posto nei mercati retail più costosi al mondo, dal momento che i marchi internazionali si stanno sfidando per i posti prime limitati, in base al rapporto di ricerca del terzo trimestre 2012 MarketView di CBRE Group, Inc. (CBRE).

Gli affitti prime retail globali rimangono elevati nei mercati chiave gateway grazie ai forti flussi di turisti internazionali in cerca di prodotti di lusso. I primi due mercati hanno registrato aumenti significativi nei canoni prime retail nel corso del terzo trimestre del 2012, mentre il livello successivo - occupato da Tokyo, Sydney e Londra - rimane costante.

I mercati gateway statunitensi hanno beneficiato di una forte domanda turistica e hanno registrato aumenti significativi dei canoni di immobili prime. I rialzi si sono verificati soprattutto a New York City, dove gli affitti sulla Fifth Avenue sono aumentati del 17%, trimestre su trimestre. I retailer internazionali sono alla ricerca di spazi per negozi di punta, in cui i consumatori e i turisti spendono generosamente per beni e servizi di lusso. In quanto tale, la domanda per spazi prime rimane elevata.

“Continuiamo a osservare una forte domanda e una accelerazione dei prezzi sui migliori passaggi retail in città gateway, in particolare a Manhattan, dove ogni marchio deve essere posizionato in modo da rivendicare legittimamente un'identità globale", ha dichiarato Anthony Buono, amministratore delegato esecutivo, Retail Services Americhe, CBRE. "Fifth Avenue, Madison Avenue, Times Square e, in misura crescente, Soho e il quartiere Meatpacking sono mete per i clienti globali. Tuttavia, gli affitti principali stanno raggiungendo nuovi picchi e i retailer sono costretti anch'essi a raggiungere nuovi picchi per acquisire spazio.”

 

Il mercato mondiale prime retail ha resistito nel 3° trimestre 2012 con un aumento dell'indice CBRE Global Retail Rent su base trimestrale del 2,0% e del 7,3% rispetto all'anno precedente. L'attività di retailer globale rimane polarizzata con gli spazi di passaggio prime retail nei migliori mercati che registrano la domanda più alta da parte dei retailer. L'intrattenimento internazionale, i ristoranti e i marchi fast-fashion hanno cercato attivamente uno spazio di vendita in quanto perseguono strategie di espansione nel lungo periodo, pur mantenendo un occhio attento sulla crescita globale e minimizzando gli indicatori del mercato retail.

Hong Kong si è fermamente stabilita in cima alla classifica nel nuovo Global MarketView di CBRE, con livelli di affitto prime retail, misurati in US $ per piede quadrato all'anno, superiori di circa quattro volte rispetto a Londra, quinta in classifica, e di sette volte rispetto a Brisbane, decima in classifica. Il mix di retail nei distretti principali di Hong Kong, come Central, Causeway Bay e Tsim Sha Tsui, continua ad essere dominato dal segmento lusso; tuttavia, questi marchi hanno cominciato a rivalutare le loro strategie nel bel mezzo di un rallentamento della spesa dei turisti della Cina continentale. Nel frattempo, i retailer fast fashion sono alla ricerca di opportunità di espansione in tutti i centri commerciali di Hong Kong.

“I mercati di Hong Kong e dell'Asia Pacifico hanno beneficiato dei retailer internazionali - in particolare dei settori fast-fashion, cosmetici, orologeria, gioielleria e mid-range fashion - che cercano di occupare in modo aggressivo posizioni prime in tutta la regione", ha dichiarato Ray Torto, Economista Capo Globale, CBRE. "Anche con una domanda meno aggressiva, la limitata capacità di prime stock ha mantenuto alti i prezzi. Si prevede che la crescita degli affitti retail nella regione Asia-Pacifico continuerà mentre l'economia rallenta, i consumatori tagliano la spesa discrezionale, e i retailer diventano più cauti. Nonostante condizioni indebolite abbiano cominciato a manifestarsi nel sentiment di retailer e locatori in tutta Hong Kong, la crescita degli affitti dovrebbe rimanere stabile per le prime location.”​​​​​

CBRE Offices Global

CBRE Offices Worldwide