Ignora comandi barra multifunzione Torna a contenuto principale

CBRE prevede un aumento delle opportunità di investimento negli immobili commerciali grazie al boom di produzione dell’energia domestica

Il report di CBRE "13 tendenze per il 2013" prevede anche investimenti in immobili plurifamiliari e una crescita del settore E-Commerce per una trasformazione delle catene di approvvigionamento

Los Angeles, 20 Febbraio 2013. L'aumento di esplorazione e produzione di energia ad uso domestico stimolerà le opportunità di investimento nei mercati degli Stati Uniti come Dallas, Pittsburgh e Oklahoma City; la trasformazione della catena di approvvigionamento da parte dell'e-commerce accelererà i cambiamenti nelle strutture e nei luoghi di distribuzione e la popolazione anziana influenzerà in modo significativo la richiesta d'affitto degli appartamenti nel corso di questo decennio. Queste sono alcune delle principali tendenze immobiliari che CBRE ha individuato in un nuovo rapporto, "13 tendenze per il 2013".

Il rapporto di CBRE rileva che la maggior parte dei mercati energetici principali negli Stati Uniti presenti un'occupazione crescente, in particolare nei settori di immobili ad uso ufficio. Questi mercati, tra cui Dallas, Oklahoma City e Pittsburgh, offrono opportunità per gli investitori disposti ad avventurarsi al di fuori dei mercati tradizionali di gateway, con valutazioni di uffici ben al di sotto della media nazionale.

Il 2013 sarà anche un anno durante il quale le aziende muoveranno le merci dai loro scaffali dei negozi di nuovo verso i magazzini ad un tasso crescente. Mentre questa tendenza si espande, la catena di approvvigionamento della nazione si trasformerà, creando un notevole impatto industriale e sul settore immobiliare. I mercati di distribuzione, dove la quota di distribuzione specifica del magazzino è maggiore rispetto alla media nazionale, come Dallas e Riverside, saranno al centro della catena di approvvigionamento della nazione, perché dispongono del giusto mix di infrastrutture per giustificare la costruzione di grandi impianti di distribuzione intermodali.

Una maggiore disponibilità di possibilità di affitto a lungo termine a prezzi accessibili per gli anziani potrebbe contribuire a sbloccare una maggiore domanda di immobili multi-proprietà e determinare un aumento dei canoni di locazione. Gli investitori e gli sviluppatori di alloggi multi-abitativi non dovrebbero sottovalutare il potenziale contributo di una popolazione anziana per la futura crescita della domanda di affitti. La crescita della popolazione degli ultra 65enni è così forte che, anche con un tasso di proprietà tradizionalmente elevato, il gruppo è in grado di contribuire maggiormente alla crescita netta della domanda di locazione nel corso di questo decennio rispetto ai nuclei di età inferiore ai 35 anni.

"Mentre la lenta ma costante ripresa economica lascia presagire un andamento positivo per il mercato commerciale immobiliare statunitense, i proprietari, gli occupanti e gli investitori devono ancora prendere le decisioni giuste e le "13 tendenze per il 2013" offrono un rapporto pratico, settore per settore", ha dichiarato Jon Southard, Direttore di Previsione, consigliere econometrico CBRE.

Secondo CBRE le altre tendenze per il 2013 sono le seguenti:

  • I tassi rimarranno relativamente immutati nel 2013, a seguito dell'allentamento della politica monetaria della Fed, la ripresa continuerà, sia nella disponibilità del debito che nei fondamentali immobiliari, e si avrà stabilità dei premi di rischio.
  • Le prospettive per la produzione rimangono positive, poiché l'economia statunitense continua a progredire, con previsioni di produzione industriale verso il livello di pre-recessione entro la fine del 2013. Il miglioramento continuo nelle attività e nella domanda dei consumatori vedranno un maggiore bisogno di spazi industriali in tutta la catena di approvvigionamento. I maggiori livelli di produzione guideranno le imprese manifatturiere ad ampliare il proprio accesso allo spazio di magazzino.
  • Il divario dei prezzi tra i beni delle attività nei centri cittadini e le proprietà suburbane si ridurrà. Ci sono i primi segni che gli spread stanno diminuendo, in primo luogo attraverso la stabilizzazione a breve termine dei tassi di capitalizzazione in periferia e poi negli anni successivi attraverso la compressione. Durante il 2013 e il 2014, gli investitori aumenteranno gradualmente la loro propensione al rischio al di fuori del centro delle città.

Nota per i redattori/giornalisti: per una copia completa del rapporto via email robert.mcgrath@cbre.com

 Informazioni su CBRE Group, Inc.
CBRE Group, Inc. (NYSE:CBG), società Fortune 500 e S&P 500 con sede a Los Angeles, è la più grande società al mondo per la fornitura di servizi rivolti agli immobili commerciali ed agli investimenti (in base al fatturato 2012). La società impiega circa 37.000 dipendenti (escludendo le consociate) e fornisce servizi a proprietari di immobili, investitori nel settore immobiliare e residenti attraverso più di 300 sedi (escludendo le consociate) in tutto il mondo. CBRE offre consulenze strategiche e si occupa della vendita e della locazione di proprietà immobiliari; servizi aziendali; gestione di proprietà, infrastrutture e progetti; finanziamento di mutui; stime e perizie; servizi di sviluppo; gestione di investimenti; ricerche e consulenze. Per informazioni, visitare il nostro sito Web su www.cbre.com​.

​​​​

CBRE Offices Global

CBRE Offices Worldwide